1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Vai alla pagina iniziale
  1. Mappa del sito
  2. Versione stampabile della pagina

Menu di sezione

Contenuto della pagina

Ruoli del personale del Corpo Forestale dello Stato

Funzionari del Corpo Forestale dello Stato (Commissari e Dirigenti)

Il Corpo forestale dello Stato bandisce concorsi pubblici articolati per profili professionali ai quali possono partecipare i cittadini italiani, di età non superiore ai 32 anni, rispondenti alle idoneità psicofisica ad attitudinale, in possesso di una laurea specialistica a contenuto giuridico economico, o tecnico-scientifico.

Lo specifico diploma di laurea, il numero di posti da mettere a concorso per ciascun profilo professionale sono stabiliti dal bando di concorso che ne determina le modalità di svolgimento e le materie di esami.

L'esame consiste in due prove scritte ed in un colloquio. I vincitori del concorso dovranno frequentare un corso di formazione presso la Scuola Superiore di Polizia, della durata di due anni, finalizzato anche al conseguimento di un master universitario di secondo livello. Dopo un tirocinio tecnico operativo presso una delle strutture del Corpo gli allievi dovranno sostenere un esame finale, superato il quale, dovranno prestare giuramento per essere confermati nel ruolo di funzionari del Corpo forestale dello Stato con la qualifica di commissario capo forestale.

Non può partecipare al concorso chi è obiettore di coscienza, chi è stato escluso dall'elettorato o chi è stato destituito da un impiego presso una pubblica amministrazione.

La carriera si articola nel seguente modo:

  • Commissario forestale limitatamente alla frequentazione del corso di formazione
  • Commissario Capo forestale
  • Vice Questore Aggiunto forestale
  • Primo Dirigente
  • Dirigente Superiore
  • Dirigente Generale - Vice Capo del Corpo - Capo del Corpo
 

Agenti e Assistenti, Sovrintendenti e di Ispettori

Tale personale è ripartito su tre ruoli, il ruolo degli agenti ed assistenti, il ruolo dei sovrintendenti ed il ruolo degli ispettori, sottordinati rispettivamente l'uno all'altro e tutti a quelli degli ufficiali.
Il ruolo degli agenti ed assistenti comprende le qualifiche di agente, agente scelto, assistente ed assistente capo. Il ruolo dei sovrintendenti quello di vice sovrintendente, sovrintendente e sovrintendente capo. Il ruolo degli ispettori, infine, si articola sulle qualifiche di vice ispettore, ispettore, ispettore capo ed ispettore superiore.

Come diventare Agente del Corpo Forestale dello Stato

Il concorso pubblico per la nomina di allievi agenti del C.F.S. viene bandito dal C.F.S. a scadenza non fissa e la relativa domanda di partecipazione può essere validamente presentata unicamente nel periodo indicato nel singolo bando pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale - IV serie speciale.
Dal 2006 potranno partecipare ai concorsi banditi dal C.F.S. i cittadini italiani, di entrambi i sessi e di età non superiore a 30 anni, che stiano svolgendo (o abbiano già svolto) il servizio nelle Forze armate in qualità di volontario in ferma prefissata annuale (VFPA).
L'interessato all'assunzione nel C.F.S. dovrà, pertanto, innanzitutto partecipare al concorso per l'arruolamento come VFPA il cui bando viene annualmente pubblicato dal Ministero della Difesa sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, serie concorsi.
Per l'arruolamento nelle Forze armate come VFPA occorre possedere i seguenti requisiti: 1) cittadinanza italiana, 2) età non inferiore a 18 anni compiuti e non superiore a 25 anni, 3) diploma di istruzione secondaria di primo grado (o titolo equipollente), 4) statura minima di metri 1,65 (uomini) o 1,61 (donne), 5) specifica idoneità fisio - psico - attitudinale, 6) specifiche qualità morali e di condotta, 7) gli altri requisiti indicati nei bandi di arruolamento.
Si evidenzia che il C.F.S. non ha alcuna competenza in merito alla procedura per l'arruolamento come VFPA. Tale procedura è, infatti, di competenza esclusiva del Ministero della difesa, al cui sito, pertanto, il cittadino deve far riferimento per conoscere l'ente al quale inviare la domanda di arruolamento e apprendere qualsiasi altra notizia relativamente ai bandi di arruolamento e alla conseguente ferma (www.difesa.it).
ATTENZIONE!! I giovani che stanno completando o hanno completato la ferma prefissata annuale, qualora interessati a partecipare al primo concorso utile per l'assunzione del Corpo forestale dello Stato, devono tener presente che, secondo l'interpretazione della lettera del comma 1 dell'articolo 16 della L. 226/04, l'eventuale acquisizione dello status di VFP4 precluderebbe la partecipazione al concorso per l'immissione nelle Forze di polizia, almeno allorchè la ferma quadriennale sia ancora in atto alla data del bando di concorso.
E', invece, nella sezione "concorsi" di questo sito del C.F.S. (oltre che ovviamente sulla Gazzetta Ufficiale), che il VFPA (in servizio o congedato) potrà avere notizia dei futuri bandi di concorso per la nomina ad allievo agente del C.F.S..
Si evidenzia che il 55% dei VFPA vincitori del concorso bandito dal C.F.S. viene subito nominato allievo agente del Corpo (comunque dopo il completamento dell'anno di ferma nelle Forze armate, se non già completato) mentre il restante 45% potrà essere nominato allievo agente solamente dopo aver prestato servizio per altri quattro anni come volontario in ferma prefissata nelle Forze armate.
La nomina ad allievo agente del C.F.S. comporta l'ammissione al corso di formazione presso la Scuola del Corpo della durata di un anno. Chi supera gli esami finali del corso viene nominato agente ed assegnato da una delle sedi di servizio presenti su tutto il territorio nazionale con l'esclusione delle cinque regioni a statuto speciale.
L'agente del C.F.S. riveste le qualifiche di agente di polizia giudiziaria e di pubblica sicurezza.

 

Agente Scelto, Assistente, e Assistente Capo

La promozione da agente ad agente scelto presuppone cinque anni di effettivo servizio nella qualifica di agente e allievo agente. Analogamente quella ad assistente presuppone cinque anni di effettivo servizio nella qualifica di agente scelto e quella ad assistente capo cinque anni nella qualifica di assistente.

 

Vice Sovrintendente, Sovrintendente e Sovrintendente Capo

Al ruolo dei sovrintendenti, e specificamente alla qualifica di vice sovrintendente, si accede unicamente tramite procedure concorsuali interne riservate a coloro che già appartengono al ruolo degli agenti. Tali procedure concorsuali contemplano una prova scritta ed un corso di durata non inferiore a tre mesi.
La promozione a sovrintendente presuppone sette anni di effettivo servizio nella qualifica di vice sovrintendente così come la promozione a sovrintendente capo presuppone sette anni nella qualifica di sovrintendente.
Con l'accesso al ruolo dei sovrintendenti si acquisisce la qualifica di Ufficiale di Polizia Giudiziaria.

 

Vice Ispettore, Ispettore, Ispettore Capo e Ispettore Superiore

Al ruolo degli ispettori, e specificamente alla qualifica di vice ispettore, si può accedere mediante concorso pubblico per esami, seguito da un corso di quindici mesi.
 La procedura è disciplinata principalmente agli articoli 15 e seguenti del decreto legislativo 201/95 e segue le indicazioni di cui al decreto ministeriale 28 ottobre 2011.

Tale concorso pubblico riguarda solo la metà dei posti disponibili in quanto la restante metà è riservata ad un distinto concorso interno per titoli di servizio, seguito da un corso di sei mesi. 
La promozione a ispettore presuppone due anni di effettivo servizio nella qualifica di vice ispettore mentre per la promozione a ispettore capo ne occorrono sette nella qualifica di ispettore.
La promozione da ispettore capo ad ispettore superiore può aversi con otto anni di servizio nella qualifica di ispettore capo (tramite scrutinio per merito comparativo) oppure a seguito di concorso per titoli di servizio ed esami riservato agli ispettori capo in possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado, a prescindere dall'anzianità di qualifica.


Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi alla Divisione 13 dell'Ispettorato Generale del Corpo forestale dello Stato - via G. Carducci, 5 - 00187 Roma - telefono 06 46657141

  1. Seguici su:
  2. Condividi su: