Testata per la stampa

AMBIENTE: CROTONE, SCOPERTA COSTRUZIONE ABUSIVA IN ZONA VINCOLATA

Denunciato il responsabile dell'illecito che aveva realizzato anche una pista in terra battuta provocando lo sbancamento di un terreno dove erano radicati alberi da rimboschimento

Comando Provinciale Crotone

 

Crotone, 9 febbraio 2010 - Gli agenti del Nucleo Investigativo Provinciale di Polizia Ambientale e Forestale (NIPAF) di Crotone del Corpo forestale dello Stato hanno segnalato all'Autorità Giudiziaria un 53enne di Scandale (KR) per aver edificato abusivamente uno stabile in zona vincolata.
I Forestali, a seguito di alcuni controlli finalizzati a contrastare il fenomeno dell'abusivismo edilizio, hanno accertato che l'uomo aveva illecitamente costruito, in località Ditture nel Comune di Scandale, un manufatto con struttura portante in cemento armato, a forma circolare e con tetto in legno, delle dimensioni di 70 metri quadri, da adibire a deposito attrezzi e alla custodia dei cavalli.
L'uomo inoltre, nel realizzare una pista in terra battuta lunga trenta metri e larga tre, aveva provocato lo sbancamento di 300 metri quadri  di terreno, in una zona sottoposta a vincoli idrogeologico e paesaggistico-ambientale, in cui erano radicate diverse conifere da rimboschimento, creando così una sostanziale e permanente modificazione dei luoghi.
L'uomo dovrà ora rispondere davanti all'Autorità Giudiziaria delle violazioni alle normative urbanistico-edilizie.

 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito